Sistema penitenziario in grave disfacimento

ALESSANDRIA, 17 MAR – L’evasione di un detenuto dal carcere di Alessandria “dimostra in quale stato di disfacimento e di disfunzione sia caduto il sistema penitenziario italiano

alle cui emergenze le oramai residue risorse umane del personale di polizia penitenziaria riescono a fare fronte soltanto a prezzo di strenui sacrifici e con sempre maggiore difficoltà”. Lo afferma il segretario generale dell’Osapp, Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria, Leo Beneduci. “Le responsabilità – aggiunge Beneduci – sono da attribuire alla sempre più disattenta amministrazione penitenziaria lontana dal personale e dai gravi problemi del carcere e alla politica che si accontenta delle roboanti dichiarazioni su presunti miglioramenti di un sistema penitenziario italiano, le cui infrastrutture e la cui organizzazione sono pressoché totalmente da rottamare”.