SALTANO LE TRADUZIONI A CATANIA -IL NUCLEO TRADUZIONE E’ COLLASSATO PER LA GRAVE CARENZA DI PERSONALE

È stato richiesto l’intervento di questa Segreteria Generale per rappresentare, ulteriormente e qualora  e  fosse la necessità, la grave situazione che si sta registrando presso il Nucleo Provinciale di Catania. Per quanto è dato sapere sembrerebbe che ormai quotidianamente le scorte per assicurare gli impegni di Giustizia siano ridotte ai minimi termini mentre quelle per assicurare le visite ambulatoriali nei vari ospedale della provincia quando non sono inesistenti sono così risicate da non poter rispettare gli orari di prenotazione con evidenti ripercussioni sull’interna organizzazione del servizio. Di recente e come extrema ratio si ricorre al poco personale impiegato negli uffici affinché “alla fine della giornata” si sono assicurati quanti più servizi possibili; ovviamente l’altro lato della medaglia è un organizzazione approssimativa di tutta la complessa organizzazione dell’attività del Nucleo stesso. A questo si deve aggiungere il venire meno, per effetto della mobilità ordinaria, di 7 unità in possesso dell’abilitazione alla guida degli automezzi dell’Amministrazione con inevitabili ripercussioni negative sulla sufficiente programmazione dei vari servizi di traduzione. Un’altra nota dolente è legata al basso numero di unità di Polizia Penitenziaria maschili del ruolo degli Agenti-Assistenti che hanno aderito all’interpello per il Nucleo TP tanto da non colmare la piante organica. Sarebbe auspicabile in questa circostanza attingere alle unità femminili del medesimo ruolo utilmente collocate in graduatoria. Per quanto riguarda invece alla già rappresentata carenza di unità in possesso di “patenti ministeriali” ed in considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva sarebbe il caso di indire un interpello straordinario nella regione per il personale che abbia interesse ad essere distaccato presso il Nucleo Provinciale TP di Catania. E’ stato chiesto un urgente intervento per cercare di poter ridare un minimo di serenità a tutto il personale del Nucleo di Catania che in questo recente periodo sta oltremodo subendo tutte le succitate criticità.