OSAPP DAILY NEWS

CORRETTIVI RIORDINO CARRIERE

FESI 2018

REGOLAMENTO ACCESSO RUOLO ESAURIMENTO DEL CORPO

Si è tenuta ieri 5 Luglio 2018, la riunione convocata con urgenza dall’Amministrazione Penitenziaria, al fine di affrontare questioni di grande interesse per il Personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, presieduta dal Direttore Generale del Personale Dr. Pietro BUFFA.
L’O.S.A.P.P. ha tenuto a precisare e stigmatizzare l’irritualità di una convocazione pervenuta con preavviso di meno di 24 ore su materie delle quali si registra da mesi la pressoché assoluta inerzia dell’Amministrazione nel confronto con le OO.SS. Non si vorrebbe, sebbene si abbiano molteplici indicatori che inducono a crederlo, che tutto ciò fosse artatamente finalizzato all’ulteriore compressione degli già residuali spazi di confronto.
Nello specifico si è ampiamente discusso sui termini e le modalità della convocazione. La discussione, molto franca e diretta tra le Parti, ha visto emergere alcune “storture” nel lavoro del precedente tavolo tecnico, tanto da indurre l’Amministrazione a rielaborare lo studio dei correttivi con un nuovo Gruppo di Lavoro, di cui siano parte attiva anche Componenti di Parte Sindacale.
In ordine ad alcuni criteri elaborati in merito al REGOLAMENTO per ACCESSO RUOLO ESAURIMENTO DEL CORPO l’O.S.A.P.P. ha rappresentato l’illogicità sproporzionata, per il punteggio attribuito alla laurea (12 punti) ovvero relativo ad eventuali Dottorati di Ricerca o Master, anche considerando che tale Personale potrebbe agevolmente partecipare al concorso per il ruolo ordinario e non attingere ad una aliquota che risulta (per la Polizia Penitenziaria in quantità minime/irrisorie), destinata a chi sostanzialmente si trova quasi alla fine di una carriera svolta in maniera esemplare al servizio dell’Amministrazione.
E’ stato rappresentato anche la necessità di modifica inerente il passaggio in 5 anni….da Ispettore ad Ispettore Capo.
Nel Corso della riunione e stato chiesto di apportare disposizione integrative e correttive al cosiddetto “Riordino” alla luce di determinati disallineamenti tra le Forze di Polizia e le Forze Armate, come la denominazione che le qualifiche iniziali della carriera dirigenziale dei funzionari del Corpo devono essere:
1 – dirigente aggiunto di Polizia Penitenziaria (commissario coordinatore);
2 – dirigente di Polizia Penitenziaria (commissario coordinatore superiore);
3 – 96 posti di primo dirigente e 5 posti di dirigente superiore di Polizia Penitenziaria.
In questo caso l’amministrazione ha rappresentato che, in di sede di riunione presso la Funzione Pubblica tra la stessa e M.E.F. e ufficio legislativo del D.A.P., vi sia stato netto diniego per manifesta confusione tra i ruoli.
Sul F.E.S.I 2018 la discussione non è poi proseguita perché non vi erano le condizioni per una possibile conclusione del confronto, vista anche l’assenza di un paio di OO.SS., ma che comunque l’O.S.A.P.P. non condivide l’impalcatura generale che a nostro avviso penalizza e non incentiva il lavoro dei Poliziotti Penitenziari.
La discussione si è conclusa con l’Amministrazione, che su richiesta di tutti ha determinato di rielaborare lo studio dei correttivi con un nuovo Gruppo di Lavoro, di cui siano parte attiva anche Componenti di Parte Sindacale da convocare con immediatezza nei prossimi giorni
Ulteriori informazioni nei prossimi notiziari.

Fraterni Saluti.

Leo BENEDUCI