O.S.A.P.P. in Senato per un emendamento per l’assunzione di 887 Poliziotti Penitenziari

Nella tarda mattina di ieri una delegazione dell’OSAPP presieduta dallo scrivere segretario generale si e’ recata al Senato della Repubblica per incontrare alcuni parlamentari sulle questioni di interesse della Polizia Penitenziaria.

Tra i molteplici problemi trattati e riguardanti la disorganizzazione, lo stato di abbandono del Corpo e la “sudditanza” del Dap rispetto ad alcuna frange della popolazione detenuta e a discapito dei Colleghi/e, si e riusciti a far comprendere ai Parlamentari presenti che nonostante le promesse del Ministro Orlando e quanto riportato nella relazione di accompagnamento al ddl 2630/s di conversione del Decreto Legge c.d. “milleproroghe” non era stata prevista alcuna specifica norma che consentisse di assumere nella Polizia Penitenziaria gli 887 idonei non vincitori dei concorsi da allievo agente.
Si é così ottenuta da parte della senatrice Nadia Ginetti la presentazione di uno specifico emendamento che, si auspica, possa contribuire concretamente a risolvere il problema delle mancate assunzioni e che vede la Polizia Penitenziaria penalizzata da quasi due anni rispetto alle altre Forze di Polizia e nonostante la continua apertura di nuovi padiglioni detentivi.
Come sempre, quindi, l’OSAPP contrappone alle tante chiacchiere degli altri e anche di qualche responsabile politico-istituzionale la propria concreta azione di tutela degli interessi della Polizia Penitenziaria.

AS 2630
Emendamento Art. I

Al comma 2 aggiungere in fine le seguenti parole:
“2-bis. Per l’assunzione di complessive n. 887 unità di personale nella qualifica iniziale del ruolo degli agenti ed assistenti del Corpo di polizia penitenziaria ai sensi al comma 2 del presente articolo, si procede in deroga all’articolo 2199 del codice dell’ordinamento militare mediante lo scorrimento delle graduatorie.

GINETTI