Munizioni in Dotazione scadute o difettose, a rischio i Poliziotti Penitenziari

L’O.S.A.P.P. reputa doveroso segnalare il rischio, tutt’altro che remoto, attesi i casi che si sono già verificati in almeno 3 distinte strutture penitenziarie, riguardo alla presenza di possibili lotti di cartucce difettosi o atavici con conseguente rischio di scrimpatura dell’ogiva dal bossolo, a discapito della funzionalità delle armi. Sostanzialmente nella malaugurata ipotesi in cui si dovesse ricorrere all’uso delle armi durante servizi di scorta o presidio, potrebbe ostruirsi la canna con conseguente esplosione della stessa allo sparo successivo e gravissime per l’incolumità gli addetti del Corpo.

Pertanto l’O.S.A.P.P. ha scritto al Direttore Generale per il Personale e le Risorse, Pietro Buffa, chiedendo di disporre tempestivamente le dovute verifiche sui materiali in giacenza presso le armerie di Reparto.