L’O.S.A.P.P. lascia i tavoli di trattativa con l’Amministrazione Penitenziaria finché Consolo rimane a Capo del DAP

Stanti la manifesta inadeguatezza, la parzialità, l’assoluta auto-referenzialità dell’attuale Dipartimento dell’ Amministrazione Penitenziaria nella gestione e nell’organizzazione del Personale di Polizia Penitenziaria, anche in relazione al crescente stato di sofferenza, alle aggressioni, alle “figuracce” in sede di tavolo del riordino delle carriere presso il Ministero dell’Interno, alla mancata fornitura degli effetti di vestiario dell’uniforme tale da rendere quasi “ridicola” l’immagine di un Corpo di Polizia dello Stato e all’assenza di tutela istituzionale che il Personale subisce quotidianamente sul territorio, si comunica che l’O.S.A.P.P. sospende la propria partecipazione a qualsivoglia tavolo di incontro e trattativa presso l’Amministrazione Penitenziaria centrale, fino a quando l’incarico di Capo della stessa Amministrazione sarà mantenuto dal Dott. Santi Consolo, da ritenersi principale responsabile dell’attuale situazione.

Questa è la comunicazione inviata dall’O.S.A.P.P. a diverse autorità politiche e amministrative.