COMUNICATO STAMPA – EMERGENZA CARCERI IN SICILIA IL D.A.P e IL P.R.A.P RESTANO A GUARDARE!

L’O.S.A.P.P. e la U.I.L. dichiarano lo stato di agitazione degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, che manifesteranno il 31 Ottobre 2019 davanti alla Casa Circondariale di Catania “Bicocca”

Queste Segreterie Regionali con il presente comunicato stampa dichiarano lo stato di agitazione del personale di Polizia Penitenziaria della Regione Sicilia, per la grave situazione in cui versano gli Istituti Penitenziari della Sicilia, fra cui fa scalpore la Casa Circondariale di Catania “Bicocca” esempio lampante di grave gestione della “res Publica” in cui è di fatto precipitata l’Amministrazione Penitenziaria, ove emblematicamente la grave carenza di risorse è notevolmente accentuata da una delle gestioni più “scellerate” che si ricordino un tutta l’Amministrazione statale, che si può riassumere nei seguenti punti al centro della protesta in atto:

1. Grave Carenza di Personale della Polizia Penitenziaria presso la Casa Circondariale di Catania “Bicocca”, aggravata dalla indifferenza e dal totale immobilismo da parte dell’attuale Direttore;

2. Mensa di Servizio assolutamente fatiscente al limite della comune e naturale praticabilità sia per il Personale di Polizia Penitenziaria della struttura di Catania “Bicocca” sia per tutti gli altri operatori che ne fruiscono. Condizioni igieniche assolutamente al di sotto di qualsiasi parametro previsto dalle vigenti disposizioni in materia, in una parola…PESSIMA!!!!!

3. IL Direttore unilateralmente assume decisioni…“gestionali”…..senza neppure porsi l’onere di doverne discutere con le parti sindacali, in un clima “totalitaristico” degno di ben altre realtà gestionali già “debellate” nel recente passato, anche in questa Regione!!!

4. IN ULTIMO MA NON MENO IMPORTANTE, LA VERGOGNOSA DECISIONE DEL DIRETTORE DELLA CASA CIRCONDARIALE DI CATANIA BICOCCA DI “DISARMARE” IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA IN AREE NON DETENTIVE.

L’O.S.A.P.P. e la U.I.L. ritengono, senza alcun timore di smentita che la grave situazione in cui versa la Casa Circondariale di Catania “Bicocca” debba essere affrontata dagli Organi Superiori con una certa urgenza. Queste OO.SS., in ragione di quanto rappresentato, dichiarano lo stato di agitazione permanente, che culminerà con la manifestazione di protesta indetta per il 31 ottobre 2019, innanzi l’ingresso della Casa Circondariale di Catania “Bicocca” al fine di rivendicare i diritti dei poliziotti penitenziari, compromessi e calpestati.