CARCERI/OSAPP: ennesima aggressione nel carcere di Foggia

Una nuova aggressione quest’oggi nel carcere di Foggia dove alle ore 15,00 al rientro dal passeggio della terza sezione un detenuto Brindisino condannato in via definitiva per reati comuni con fine pena nel 2023, è stato pesantemente aggredito da tre detenuti Baresi. Il grave episodio che fa probabilmente seguito agli scontri avvenuti ieri nella 5^ sezione del carcere Foggiano tra detenuti Baresi e detenuti di Cerignola frutto di una guerra intesa ad ottenere il controllo del territorio e del carcere ha avuto termine solo successivamente all’intervento del personale di Polizia Penitenziaria tenuto anche conto che successivamente all’interno del carcere è stata condotta una generale perquisizione della struttura con rinvenimento di numerosi oggetti non consentiti.

A denunciare l’episodio è il Segretario Generale dell’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) Leo Beneduci che aggiunge :

“Per il carcere di Foggia si è giunti al limite massimo di ogni possibile sopportazione tenuto anche conto che gli eventi di questi giorni erano stati lungamente previsti dal sindacato e nulla di concreto è stato attuato.

Fermo restando che l’O.S.A.P.P. sta dichiarando lo stato di agitazione del personale di Polizia Penitenziaria a livello Regionale – conclude Beneduci – appare assolutamente urgente che il Guardasigilli Bonafede a fronte della palese incapacità dei vertici Regionali e Centrali dell’Amministrazione Penitenziaria disponga per le urgenti iniziative del caso quali ed anche l’immediata sostituzione delle autorità dimostratesi inadatte a gestire tale situazione nonché al fine di disporre per una immediata integrazione nella Regione Puglia dell’organico del personale di Polizia Penitenziaria dimostratosi ogni giorno di più numericamente insufficiente”