APPELLO DI LEO BENEDUCI – FIRMIAMO LA PETIZIONE!

la Polizia Penitenziaria ha bisogno di innumerevoli cose, tra cui mezzi e personale, la piena parificazione alle altre Forze di Polizia, una considerazione pubblica di molto maggiore a quella attuale e vertici in grado di gestire una Forza di Polizia dello Stato nonchè  assolutamente diversi dagli attuali. Per i  mezzi e il personale, per la piena equiparazione, come per i vertici, occorrerà sicuramente attendere. Ma alcuni progetti possono forse realizzarsi sin  d’ora e sicuramente da subito la Polizia Penitenziaria potrà farsi ascoltare nelle sedi opportune. In questi ultimi due mesi come Segreteria Generale abbiamo “ascoltato” i Colleghi su  forum e chat e abbiamo constatato quanto sia urgente intervenire sul problema delle violenze subite in carcere da parte dei detenuti, in completa assenza degli organi del Dap a partire dai direttori penitenziari. Abbiamo così raccolto 3 idee che abbiamo trasformato in proposta da inviare, mediante petizione ai Presidenti di Senato e Camera, al Presidente del Consiglio e ai Gruppi Parlamentari. Adesso, su queste 3 prime proposte si tratta di coinvolgere in massa i Colleghi, ovviamente anche non iscritti al nostro Sindacato, raccogliendo con la loro firma l’adesione al progetto a dimostrazione che TUTTA LA POLIZIA PENITENZIARIA si muove compatta quando si tratta di difendere la propria dignita’ e il proprio lavoro. Nei prossimi giorni, inoltre, l’O.S.A.P.P.  e non altri trasmetterà al partito politico che  vorrà accogliere e presentare le nostre istanze, il progetto di legge per l’istituzione di una Autorità di garanzia per le attività e le operazioni di Polizia e quindi anche di Polizia Penitenziaria e per la tutela delle vittime del reato e del dovere. Si allegano quindi alla presente copia del volantino e dei moduli per la raccolta delle firme confidando che le SS.LL. sappiano ben ultilizzarili ed entro il 15 ottobre 2017 la raccolta abbia termine con un risultato ragguardevole per cui le innumerevoli firme raccolte siano poi trasmesse per le vie dirette o per il tramite delle segreterie regionali/nazionali a questa Segreteria Generale che provvederà al successivo inoltro alle Autorità in indirizzo.- 

Fraterni Saluti